Parole per il domani

Amal al Hayat, un centro nato da un incontro di sogni, idee e speranze

La Turchia ospita la più grande comunità di profughi siriani al mondo. A essere interessato, oltre a Istanbul, è soprattutto il sud e in particolare la città di Gaziantep e tutta l’area che la collega al confine con la Siria. Provengono soprattutto da Aleppo e dalle zone rurali. Molti di loro si sono fermati proprio sul confine.

Nati in contesti e situazioni differenti, Hayat e Amal for Education si incontrano proprio tra Kilis e Gaziantep e le loro strade si incrociano in modo naturale, collaborando prima nel centro Bayt al-Amal di Kilis e poi dando vita al centro Amal al-Hayat a Gaziantep, finanziato dall’Otto per mille valdese e metodista e che vede CEFA Onlus, Comitato Europeo per la formazione e l’agricoltura, come ente capofila.

Questo reportage è a cura dell’Associazione Culturale Francesco Lo Bue/Video Beckwith Studio .

Pubblicato a Gennaio 2020.

Tutti i materiali prodotti sono di proprietà dell’Ufficio Otto per Mille della Tavola Valdese.