Una casa da vivere insieme

L'esperienza del Campus Agrisociale Sant'Anna

Possono essere davvero tanti gli aspetti della vita su cui i pareri di genitori e figli divergono, ma ma su un punto sono d’accordo: raggiungere l’indipendenza. I genitori la desiderano per i figli, a coronamento di un percorso di vita, i figli la desiderano per poter spiccare il volo e trovare la propria strada.
A volte il percorso per l’affermazione personale è relativamente semplice, altre invece è più difficoltoso e presenta ostacoli che, da alcuni punti di vista, possono apparire insormontabili.
Le disabilità, più o meno gravi, fanno parte di questa categoria.

Un gruppo di genitori, però, non si è perso d’animo, e ha dato vita alla onlus Agapo, Associazione Genitori soggetti Autistici Progetto Orizzonte, tessendo una rete che unisce famiglia, bambini e ragazzi, ma anche istituzioni ed operatori, per permettere la condivisione delle esperienze dei singoli e creare così un sistema in grado di sostenere le famiglie ed il futuro di esse, promuovendo l’inclusione e l’autonomia sociale e lavorativa degli individui affetti da disturbi dello spettro autistico o con disabilità cognitive.

In quest’ottica, nel novembre del 2012, è nato il Campus Agrisociale, una realtà immersa nel verde della località Sant’Anna, in provincia di La Spezia. Un agriturismo in primis, dove rilassarsi e godere della tranquillità del luogo, ma anche un centro di apprendimento e di integrazione sociale e lavorativa, con lo scopo di realizzare l’accoglimento e l’inclusione, in particolare di giovani disabili, da inserire in percorsi di apprendimento, formazione, perfezionamento e avviamento al lavoro, ma soprattutto di crescita personale, con la forza del gruppo e l’affiatamento dell’amicizia.

A settembre del 2014, la Tavola Valdese approva il progetto del Campus Agrisociale per la creazione della compagine sociale di gestione e formazione all’esercizio, finanziandolo con i proventi dell’Otto per Mille.

Inizia ad esplorare la casa cliccando su una delle stanze

mappa

La reception

La reception è il punto di partenza per la conoscenza e la scoperta del Campus Agrisociale Sant’Anna e dei ragazzi del progetto Aut Aut Autonomia Autismo.

Guarda la gallery

La cucina

Per scoprire quali menù propongono i cuochi del Sant’Anna e quali ingredienti usano, non ci resta che entrare in cucina in attesa di poter poi assaggiare i piatti.

Guarda la gallery

La sala da pranzo

La sala da pranzo è arredata con piccoli tavoli che fanno sentire a casa propria gli ospiti, e non vuol essere solo luogo dove consumare i pasti, ma anche punto di aggregazione per una chiacchiera, una tisana o qualche gioco in società.

Guarda la gallery

Le camere

Sono quattro le camere da letto al primo piano del campus, e ogni stanza è accompagnata da piccoli oggetti di arredamento realizzati dai ragazzi.

Guarda la gallery

Il magazzino

Il magazzino è il ricovero degli attrezzi e dei macchinari dev’essere sempre tenuto in ordine e pulito, come ci ricordano i ragazzi del Campus Agrisociale. 

Guarda la gallery

Orto

Un’ampia sezione di terreni circonda la casa: sono diventati gli orti del Campus. Dopo la bonifica e la sistemazione in terrazze è possibile ora coltivare frutta e verdura, e i prodotti vengono utilizzati in cucina.

Guarda la gallery

Tutti insieme

Dopo aver visitato insieme il campus Agrisociale Sant’Anna, vi lasciano un saluto finale i ragazzi del progetto Aut Aut Autonomia Autismo.

Guarda la gallery

Questo reportage è a cura dell’Associazione Culturale Francesco Lo Bue/Radio Beckwith Evangelica
ed è stato realizzato da Daniela Grill, Alessio Lerda
Video: Simone Benech
Infografiche: Leonora Camusso..

Pubblicato a gennaio 2017.

Tutti i materiali prodotti sono di proprietà dell’Ufficio Otto per Mille della Tavola Valdese.