Libano musica sub18

I movimenti radicali a carattere religioso e marcatamente tradizionalista sono minoritari nel mondo palestinese, ma la loro influenza viene spesso percepita come crescente. Se da un lato questo può essere ricondotto soprattutto alle influenze internazionali e all’onda del conflitto siriano, in corso ormai da cinque anni e sempre più radicalizzato su alcuni fronti, dall’altro si fonda su una presenza che esiste in ogni società, quella dei «fanatici», come li definisce Abu Assim, il coordinatore del campo di Bourj al Shamali.

Percepita o reale, questa presenza viene contrastata cercando di rinnovare ogni giorno la propria tradizione, per evitare che diventi un feticcio del passato, un oggetto da mettere su un piedistallo senza la possibilità di mantenerlo vivo nella quotidianità.

Questo reportage è a cura dell’Associazione Culturale Francesco Lo Bue/Radio Beckwith Evangelica .

Pubblicato a febbraio 2016.

Tutti i materiali prodotti sono di proprietà dell’Ufficio Otto per Mille della Tavola Valdese.